Filosofia della Spagyria: Giove vegetale – Malva

Habitat
Originaria del Nord Africa si è diffusa alle latitudini temperate subtropicali.

Componenti principali
Mucillagini (arabinogalattani), flavonoidi (foglie); antociani (malvina), mucillagini (fiori).

Informazioni
Gli studi scientifici riguardano M.sylvestris, probabilmente la forma selvatica della M.officinalis, e mostrano un’attività antinfiammatoria alivello della cute e dell’intestino (inteso il tratto nel corpo che va dalla bocca all’ano).
Questa attività si evidenzia specialmente in caso di infezione batterica orale.
Vi sono valutazioni nelle ischemie a carico del miocardio che sembrano mostrare delle possibilità a livello umano.
La trattazione delle qualità della malva in ambito antinfiammatorio è stata indagata in una ricerca bibliografica complessa effettuata in diverse ricerche, purtroppo solo nella sperimentazione sugli animali.

Fino dall’ottavo secolo a.C è stata utilizzata come ortaggio e come rimedio medicamentoso nelle gastroenteriti, emorroidi, parotite e in caso di ulcere esterne ed interne .
E ‘nominata da Cicerone quale erba alimentare da consumarsi, però, cotta.
Mentre Marziale consigliava sotto forma di decotto per aspergersi dopo i rapporti sessuali.
Plinio consigliava di bere il suo decotto per eliminare i malesseri durante tutta la giornata.
Era presente negli orti dai monaci dall’ottavo secolo dopo Cristo e successivamente entrò anche negli orti dei contadini che la utilizzavano per qualsiasi problematica.

Il nome deriva dal latino mollire e significa emolliente o dal greco malakos che significa dolce e che porta calma.

In Europa, la malva era considerata uno dei fiori  delle spose che aspettavano il ritorno dei mariti dalle campagne militari. Anche il nome, secondo una delle leggende, è in consonanza con il nome della ragazza che per molti anni ha mantenuto la sua fedeltà al suo fidanzato scomparso.
Essa lasciava la casa trascorrendo ore nella periferia del villaggio ad aspettare lo sposo, anno dopo anno.
Dalle lacrime della sposa cadute sulla terra crescevano cespugli verdi e forti con foglie a forme di cuore e magnifiche cime.