Filosofia della Spagyria: Giove vegetale – Santoreggia

Habitat
Originaria dell’Europa orientale si è diffusa per coltivazione e rinselvatichimento.

Componenti principali
O.e. : carvacrolo, cimolo; tannini, mucillagine.

Informazioni
Agisce sulla parte ritmica dell’uomo, quindi nelle forze asmatiche, catarri bronchiali e gli eccessi della sudorazione.” (Pelikan)

Santoreggia continua a mantenere le premesse espresse da Giove, signore della “giusta” potenza sessuale.
Sono state effettuate le ricerche che riguardano le problematiche di eiaculatio precox.
N.B. Vale la pena rammentare che le problematiche sessuali maschili sono dovute, a meno di  quelle evidentemente fisiche e funzionali, dalla psiche maschile e la relazione con quella femminile.
Viene confermata pure l’attività antimicrobica e antiossidanti santoreggia nelle patologie bronchiali.

I romani misero in relazione santoreggia con i satiri della mitologia (metà uomini e metà capri), famosi per partecipare ad orge dissolute in onore di Bacco.
E’ chiamata dai tedeschi Bohnenkraut (erba dei fagioli) per la capacità di limitare le flatulenze.
Macer Floridus nel suo testo intitolato “De Viribus Herbarum”, scrive:
Mire Venerem solet movere, si largo potu viridis vel sicca bibatur”: bevuta con il vino rosso, sollecita una Venere immodica.
Per questo motivo si riteneva che la sua assunzione fosse in grado di privare uomini e donne di qualsiasi inibizione.
Per questo motivo, sempre in tempi antichi, pare che nei monasteri ai monaci fosse interdetto coltivare negli orti la santoreggia.
Aggiunta nell’acqua del bagno, toglie la stanchezza, tonifica, purifica e deodora il corpo, usata nel pediluvio favorisce la risoliuzione del gonfiore delle caviglie.
L’infuso frizionato sui capelli, fortifica il bulbo pilifero e tiene lontano i pidocchi.

Giove in Acquario (vaso di Milza-Pancreas) ha degli aspetti interessanti energeticamente e dal punto di vista funzionale.
Si rimanda ad un futuro capitolo dedicato all’ energetica elettromagnetica terrestre.
Comunque il vaso energetico in questione, si tenga presente, è il luogo, tra l’altro, del sistema venoso.