Filosofia della Spagyria: Sole vegetale – Curcuma approfondimenti

Nella medicina ayurvedica C.longa L. (Haridrā) entra in diverse formulazioni composte (p.e. con piante come Cumino nero) destinate a disturbi urinari, gastroenterici, dell’apparato ematico, dell’apparato sessuale femminile e maschile (qualità ed attività spermatogenesica), degenarazioni organiche edel sistema nervoso fetale, febbre, avvelenamento, diturbi cutanei (pitiriasi, vitiligine ed altri), linfadenopatie, epatite, distrubi della gola e della voce, infezioni batteriche e molte altre indicazioni.
Nella medicina cinese Curcuma longa L. (Jiang Huang) viene consigliata in caso di algie toraciche, amenorrea, disturbi del ciclo, colite, reumatismi articolari, coliche addominali, artrite reumatoide, colecistiti.
Nella Medicina Tradizionale Cinese rientra tra le “Erbe che rinvigoriscono il Sangue“.
Nel MTC sono utilizzati per aiutare la circolazione del sangue in condizioni cardiovascolari o irregolarità mestruali e per curare i dolori acuti causati dal ristagno di sangue.
Possono anche essere usati per trattare la stasi del sangue in caso di alcuni tumori, cisti e coaguli induriti.
Il rizoma di curcuma, noto come Ezhu, e la radice di curcuma, noto come Yujin , sono diverse parti di piante provenienti da tre stesse specie secondo la Farmacopea cinese.

 

Vengono utilizzati in diversi modi nel trattamento clinico della MTC.
Il primo è principalmente usato come farmaco antitumorale, mentre il secondo è utilizzato come antidepressivo e colagogo.
Curcuma è una pianta di natura calda.
Quindi tende ad aiutare le persone che hanno troppo “freddo” nel loro corpo.
L’equilibrio tra Yin e Yang è un concetto di salute chiave nella MTC.
Si dice che coloro che abbiano troppo freddo nel loro corpo abbiano o un eccesso di Yin (perché Yin è freddo in natura) o un deficit di Yang (Yang è caldo in natura).
A seconda delle condizioni, curcuma può aiutare a ripristinare un equilibrio armonioso tra Yin e Yang.
Curcuma ha un sapore amaro e piccante.
La cosiddetta teoria dei “cinque elementi” nella medicina cinese afferma che il gusto degli ingredienti della MTC è un fattore determinante per la loro azione nel corpo.
Ingredienti amari come la curcuma tendono ad avere un’azione detergente sul corpo eliminando il calore, asciugando l’umidità e promuovendo l’eliminazione attraverso la minzione o i movimenti intestinali.
D’altra parte, gli ingredienti pungenti tendono a favorire la circolazione di Qi e dei fluidi corporei.

Curcuma (in lingua Parsi آشپزی ایرانی āšpazi iranī) è stata utilizzata nella medicina tradizionale in Iran e in alcuni altri paesi asiatici .
Avicenna (980-1037 d.C.) raccomandava di preparare una miscela di curcuma e sego di agnello o in tuorlo d’uovo come antinfiammatorio (lombalgia, artrite reumatoride) e antidolorifico topici.
Come topico possiede una funzione cicatrizzante, in caso di morsi, nelle ustioni, per la cura dell’acne, paradontiti, per uso interno nella dispepsia e come antiacido.