Filosofia della Spagyria: Sole vegetale – Arancio amaro

Habitat
Proviene dall’estremo Oriente fu portato nel Mediterraneo attraverso le invasioni arabe del periodo intprno al 1200.

Costituenti principali
Llinalolo, limonene, neroli.
Limonoidi (principi amari), metil antralinato, flavonoidi (neoesperidina, naringerina) (fiori).
Linalolo, limonene, neroli, geraniolo, furocumarine, carotenoidi (citraurina, violaxantina e criptoxantina) (scorza dei frutti).

Informazioni
In generale analizzando i lavori eterogenei a riguardo della prevenzione del cancro esofageo si desume che l’assunzione alimentare e curativa del genere Citrus mostrerebbe un incidenza minore rispetto a quelli di controllo molto significativi.
Stessa considerazioni sono evidenziate in studi sugli effetti sul diabete.
Indagini specifiche sull’uso tradizionale in Iraq  di Citrus aurantifolia  mostro un ampio spettro di utilizzazioni come lassativo, aperitivo, stomachico, digestivo, antielmintico, antidispeptico.
Dal medesimo studio C. aurantifolia in vitro (olio essenziale) ha mostrato un intensa attività in vitro su diversi ceppi batterici.
Viene anche utilizzato per favorire la comparsa della febbre, in caso di farngiti, sinusite e bronchite, oltre che essere coadiuvante in caso di attacchi d’asma.
Il suo olio essenziale viene riconosciuto avere qualità antidepressive.
Può essere coadiuvante nell’artrite reumatica, nella obesità e ha un’azione astringente e tonificante per pulire la pelle grassa e l’acne, nel trattamento di herpes, tagli e punture di
insetti.
Le qualità riscontrate  e nelle indicazioni nei lavori citati viene confermata nella tradizione della MTC.

Nel mito greco è legata alla leggenda del giardino delle Esperidi e al relativo mito di Atlanta e Ippomene.