Filosofia della Spagyria: Sole vegetale – Rosmarino

Habitat
Luoghi aridi sabbiosi costieri fino ad altopiani (macchia mediterranea).

Costituenti principali
Borneolo, cineolo, canfora, eucaliptolo; pinene; acido carnosico, a. rosmarinico, carnosolo; resina, tannino.

Informazioni
E’ una pianta che dipende nella sua qualità da zona a zona e dal clima.
Quindi dipende dalla Terra e dal Fuoco celeste. Nell’antichità era legato quasi più alle attività cultuali che alla medicina in quanto spesso era utilizzato come ornamento di statue delle divinità o di aedi.

Agisce sul sangue (organo dell’Aria), sul sistema nervoso specie se esaurito dal lavoro intelettuale eccessivo. Agisce sul piano del Fuoco metabolico, in particolare sul pancreas endocrino.” (Pelikan)

L’acido carnosico, un diterpene fenolico di Rosmarinus officinalis L., mostra potenziali benefici nella promozione della salute e nella prevenzione delle malattie.
Sono stati studiati in vitro gli effetti citotossici e inducenti l’apoptosi nel carcinoma epatocellulare umano in particolari cellule (HepG2).
Anche vi sono studi sugli effetti cititossici nel melanoma, sempre in vitro.
In generale tutti i polifenoli principali possiedono un’attività formidabile come antiossidanti e antinfiammatori, in particolare il carnosolo, proteggendo la membrana lipidica cellulare (in vitro e in vivo).
Sempre in vivo, un po’ come altre piante solari, anche rosmarino mostra un’attività interessante nel diabete di tipo 2.
Nella tradizione medicinale nordafricana è conosciuto come klil (Tunisia) per curare malattie auricolari, epatiti, asma, dermatosi, bronchite, tosse, astenia, gastralgia, otite e raffreddore.

Come nella tradizione occidentale rosmarino, in generale come in tutte le labiate, mostra un’attività antimicrobica.
Anche per questa caratteristica gli estratti ottenuti dal rosmarino sono usati come antiossidanti naturali nella conservazione delle derrate alimentari.
L’UE ha approvato l’estratto di rosmarino (E392) come antiossidante naturale sicuro ed efficace per la conservazione degli alimenti.
Una ricerca condotta presso la School of Medicine della San Diego dell’Università della California su partecipanti di età compresa tra 60 e 90 anni ha dimostrato che le persone che usano regolarmente questa pianta non hanno praticamente avuto cataratta, pochissime fratture ossee, eccellente circolazione e microcircolazione sanguigna, un cuore sano e significativamente bassa tassi di malattia di Alzheimer.
Nell’antichità aveva la reputazione di rafforzare la memoria.
Per questo motivo è diventato l’emblema della fedeltà per gli innamorati.
In Occidente, non solo veniva usato per ornamenti durante i matrimoni, ma anche per i funerali, per abbellire chiese e sale per banchetti durante le feste, come incenso nelle cerimonie religiose e negli incantesimi magici.
Ai matrimoni, era intrecciato nella ghirlanda indossata dalla sposa, essendo stato prima immerso nela sua acqua profumata.

Per le sue proprietà aromatiche gli antichi Greci e Romani lo consideravano un eccellente alleato per la purificazione personale e degli ambienti, al pari del ben più raro e costoso incenso.
Prima di un banchetto, di un rito o di una festa era infatti usanza purificare e rigenerare l’aria con il fumo di Rosmarino e il profumo delle sue fronde bruciate era per i Latini offerta gradita agli dei.Il suo nome deriva da “Ros marinus”, in latino “rugiada del mare” e si collega con la purissima energia che ogni giorno scende dal cielo e vivifica la Terra e la natura.
In Aromaterapia, non a caso, il suo potente olio essenziale è realmente considerato una potente frustata di energia che percorre tutto l’organismo, lo ripulisce, lo purifica, ne “svecchia” le funzioni, ne ricarica le stanchezze.” (da Archivio ass.ne Kemi)

Nella tradizione dell’antico egitto era conosciuto come nekept

 

e come nekepapti

dove l’anatra  è un bilittero pa .
L’anatra è un uccello lunare che veicola il Principio primo (aquila solfo) e attraverso la porta del Ano (ondina- Scorpione n) agisce in maniera marziana (il bacile dei muratori k) portando il flusso vitale e fissandolo (Penna dello scriba i vaso di Intestino tenue – Vergine)

La segnatura primaria solare è evidenziata dal vaso di Ariete (Ministro del cuore) e Leone (Cuore) rafforzato e simbolizzato dalla segnatura mercuriale che “connette” quella lunare a quella solare a rappresentare il movimento ritmico cardiaco microcosmico immagine del ritmo circadiano macrocosmico.