Filosofia della Spagyria: altre speculazioni su Marte

Marte è espresso dal dinamismo, dalla forza e dall’energia.

Per dinamismo s’intende l’espressione dell’istinto al moto ben direzionato, così come è espresso dal logo astrologico: .

Si noti come questo sia analogo al movimento circolare di una fionda a corda; una volta lasciata uno dei capi lascia partire, tangenzialmente al moto circolare, il proiettile in una direzione ben precisa.

L’energia circolare si esprime in un moto rettilineo che la forza rotazionale  trasmette al corpo lanciato.

Come a dire che l’atto volitivo, se veramente tale, compie dinamicamente una modificazione dello stato dell’individuo che agisce con forza su sé stesso e sull’esteriorità, esprimendo energia e provocando un moto interiore i cui effetti si vedono, poi anche, esteriormente.

Il concetto di Forza è ben espresso negli Arcani maggiori, dalla carta n°11 dei Tarocchi.

Lì si vede una donna che con grazia e decisione, quindi priva di odio e di violenza, apre le fauci di un leone.

Questo è in sintesi il vero concetto di Forza: un’azione armoniosa, continua e interiormente determinata.

Sul piano energetico, a livello della luce, corrisponde al colore arancione e sul piano del suono corrisponde alla nota Mi (considerando come sempre la chiave di Do).

Marte1 in eccesso spinge alla Violenza , in difetto lascia nell’ Inerzia.

L’equilibrio si manifesta nella Mitezza.

«Beati i miti perché erediteranno la terra» (Mt 5,5) tratto dai “discorsi della Montagna” di Gesù Cristo.

 

In geometria corrisponde al pentagono, figura magica formata da cinque triangoli equilateri connessi attraverso i vertici e con in comune a due a due i lati e i vertici contigui.

Questa nuova forma si ritrova in Natura nella forma di certi virus.

Regno vegetale

Nel mondo vegetale Marte è rappresentato dalle piante toniche e che hanno la capacità di agire sul sangue e sul pericardio, nonché sull’apparato genitale femminile in senso fisico e in senso spirituale.

Alcune di queste come l’aglio e il cardamomo sono antisettiche e vermifughe, esprimendo così l’aspetto marziano sul piano fisico. L’aglio tradizionalmente veniva appeso nelle case o fuori dall’uscio per tenere lontani i “vampiri” forze astrali che si nutrono della vitalità, la cui manifestazione fisica sono proprio i parassiti.

Viene anche utilizzato in forma spagirica per “riorientare” il magnetismo fisiologico con quelle terrestre, nella cura degli equinozi.

Alcune di queste come l’ortica, pur non contenendo ferro, favoriscono l’assorbimento di quest’ultimo da parte dell’organismo.

Piante come l’assenzio e la cannella agiscono sia sul piano del mestruo femminile, sia sulla stimolazione del parto.

Alcune di esse, come l’imperatoria, agiscono sul cervelletto e sulla vescicola biliare.

In linea di principio comunque un po’ tutte le piante di Marte agiscono sulla vescicola biliare e possiedono capacità eritropoietiche.

  Regno animale

In generale gli animali legati a Marte sono sia a sangue caldo sia a sangue freddo, tra questi : scorpione, vespa, calabrone, termite e formica; picchio e cinghiale.

1Ares-Marte era figlio di Era e Zeus, era un Dio rissoso contrapposto alla dea della ragione Atena-Minerva. Ricordiamo qui anche Efesto-Vulcano, che ebbe i medesimi genitori di Ares. Egli era un dio zoppo abile nel forgiare i metalli.