Filosofia della Spagyria: Saturno vegetale – Centella

 

Habitat
Ambienti umidi e paludosi asiatici ed australiani.

Costituenti principali
Terpenoidi: saponine triterpeniche (asiaticoside, ossiasiaticoside, braminoside, bramoside, centelloside, madecassoside, thankuniside).
Acidi asiatico, bramico, centellinico, isobramico, medecassidico, betulico.
O.e.: beta-cariofillene, b.-farnesene.

Informazioni  

L’utilizzazione in fitoterapia di piante “estere” è giustificata solo in parte da migliore efficacia delle piante medesime rispetto a quelle autoctone.
Spesso è dovuto che le piante autoctone vengono ad essere escluse per motivi di presunta tossicità.
Le caratteristiche e le proprietà sono molto vicine a quelle dell’ippocastano.
La segnatura saturnina ci indica la capacità astringente della Centella e assieme a quella mercuriana (sistema nervoso) che indica tra l’altro la fluidificazione agisce sull’apparato circolatorio venoso (aquario) e sullo stomaco e cervello (cancro).