Filosofia della Spagyria: altre speculazioni su Saturno

Saturno e l’Uomo

Fisiologicamente Saturno si concretizza, oltreché con l’epifisi, con la milza, il corpo calloso, il controllo idro-salino e le ossa.

All’interno delle ossa lunghe e il del bacino troviamo il midollo che è la fucina dove la Luce della Vita inizia a splendere: infatti ivi nascono le nuove cellule del sangue, gli eritrociti, i leucociti e le piastrine.

Essi simbolo mirabile della manifestazione dei tre principi filosofici: Solfo, Mercur e Sal, sul piano materiale vitale.

Saturno corrisponde, inoltre, all’orecchio sinistro e per tradizione, qualora “fischi” orecchio indica cattive influenze, visto che Saturno è associato alle prove dure e difficili.

Sul piano dell’agire umano esso risulta essere la Freddezza (avere il sangue freddo) e la Concentrazione, che è un non lasciarsi distrarre da altre forze, operare quasi come un’automa, o bianco o nero, o passivo o attivo.

Il geroglifico del raggio di Saturno è la bocca che parla.

Oltreché nel senso di emettere il logos, anche nella sua implicazione di dare la vita o la morte.

Le antiche Upanishad pongono la parola (Vac) in analogia con il Fuoco.

A Saturno viene associato il pianto, l’emissione liquida e salata che sgorga dalle ghiandole poste intorno all’occhio e il sale per le purificazioni.

Si identifica, a causa delle sue qualità fredde e secche, con l’elemento Terra che ha medesime qualità.

Sul piano geometrico si identifica col Triangolo, poiché è la prima e minima forma chiusa, quindi la prima ad essere “visibile”.

Nei Tarocchi corrisponde alla carta numero 20, il Giudizio, ovvero quanto cammino si è compiuto

per il ritorno alla casa del Padre.

Regno vegetale

Nel mondo vegetale Saturno è rappresentato dalle piante portatrici del Fuoco nascosto (conifere, faggio) e dalle piante purificatrici, cioè disintossicanti (spesso paradossalmente tossiche e velenose).

Vi è pure una pianta, l’equiseto, conosciuta anche come coda cavallina, che è ricca in silice e viene utilizzata in caso di osteoporosi e per favorire il risaldamento osseo, visto che l’apparato scheletrico, per tradizione, ricade sotto l’egida di Saturno.

Le piante di questo gruppo comparvero sulla Terra in ere antiche in contemporanea con gli antichi anfibi e rettili, in gran parte estinti.

Legati a Saturno sono pure i cereali.

Regno animale

In generale gli animali legati a Saturno sono quelli denominati a sangue freddo, anfibi e rettili con le zampe.

A questi si aggiungono i coralli, animali coloniali, forniti di un esoscheletro di calcare, che costruiscono le cosiddette scogliere. L’asino, il capro e la capra e alcuni animali mitici come il drago e il Cerbero infernale.