La relazione tra i sette metalli e i giorni della settimana

Interessante poi notare come vi sia, un’apparentemente insolita relazione tra i sette metalli e il ciclo chiamato settimana.

Se colleghiamo al metallo il proprio archetipo, quindi:

Saturno-Piombo

Giove-Stagno

Marte-Ferro

Sole-Oro

Venere-Rame

Mercurio-Mercurio

Luna-Argento

Come nella fig accanto troveremo che collegando, partendo dal Piombo e muovendosi in senso antiorario secondo il principio del manifestazione quaternaria (Fuoco, Terra, Aria, Acqua) si passa a Stagno, poi a Ferro, poi a Oro, indi a Rame, Mercurio e in ultimo a Argento. Sostituendo a questi gli archetipi avremo la sequenza caldaica espressa secondo una stella a sette punte.

Ma se invece sempre partendo dalla figura sottostante dal Piombo (Saturno) collego, considerando il collegamento degli Archetipi secondo l’aspetto di polarità, attraente le nature opposte sul piano magnetico, Maschile con Femminile, si otterrà che Saturno si collega con Sole, che a sua volta con Luna, che si pone con Marte, che giunge a Mercurio, che si relaziona con Giove e, a sua volta, infine, con Venere. La sequenza segue, allora, l’ordine dei giorni della settimana: Sabato, Domenica, Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì.

Al medesimo risultato si può giungere attraverso la relazione tra il candelabro a sette bracci della tradizione ebraica. Esso rappresenta i sette giorni della Creazione.

Il settimo braccio (da sinistra a destra) corrisponde al Sole, al primo giorno della creazione, quello
della luce.
Il terzo braccio è segnato dalla Luna, è in relazione con il secondo giorno della creazione, quello
della separazione delle acque.
Il sesto braccio corrisponde a Marte, al terzo giorno della creazione della vita
vegetale sulla terra.

Il secondo braccio è in relazione a Mercurio, al quarto giorno della creazione, quello degli astri del cielo,
Il sesto braccio  è corrispondente a Giove e al quinto giorno della ceazione, quello della vita nel mare, i pesci, e nel cielo, gli uccelli.
Il primo braccio è simbolicamente legato a Venere, al sesto giorno della creazione, quello degli animali e dell’uomo.
Il quarto e ultimo braccio, quella centrale, corrisponde a Saturno, il settimo giorno della creazione, quello del riposo e della contemplazione.(Ebrei 11:1-3 e Genesi 1:1-2:3)
Dione Cassio, storico greco (Nicea 155-235), propose che la sequenza dei giorni della settimana seguisse la differente velocità sull’ecliitica dal più lento Saturno fino alla più veloce Luna.